“Grillo faccia un nome!”

“Carlo” o “Luana” possono andare?

Le pretese della cosiddetta pubblica opinione di estorcere al 5 Stelle “il nome” di un papabile Presidente del Consiglio da dare in pasto a Napolitano sono costituzionalmente infondate: a norma di articolo 92 della nostra Carta, spetta al Presidente della Repubblica, non ai partiti, nominare il Presidente del Consiglio e poi spedirlo alle Camere per ottenere “la fiducia”. Le consultazioni di Napolitano sono una consuetudine extra-costituzionale consolidata ma senza alcun valore di legge, neanche morale, al limite solo giornalistica [quelli tengono famiglia, e qualcosa devono pur ammannire per la cosiddetta pubblica opinione].

Ergo, smettete di chiedere “il nome” al 5 Stelle, ma il 5 Stelle spieghi chiaramente in conferenza stampa perché non interessa loro proporre un nome.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica, Scribacchini e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...