Allogeni ad Atene

Ho letto quella faccenda del [cosiddetto] governo greco che sconterà del 66% i cibi scaduti per “aiutare i poveri” a mangiare. Perplesso, mi sono detto: “Forse Christine Lagarde, direttrice del Fondo Monetario Internazionale, sta facendo pagare al mondo i dispiaceri della sua vecchiaia”. Se ci sono cibi scaduti significa che qualcuno non li ha potuti comprare, non che non c’è cibo. E mi dico: “Una persona sana di mente metterebbe i greci in condizione di scegliere se comprare cibo non scaduto a prezzo pieno oppure cibo scaduto col 66% di sconto, certo non lascerebbe scadere cibo che chiede solo di essere mangiato per poi sadicamente offrirlo al 34% del prezzo”. Penso così perché sono sano di mente, mentre la Lagarde e il [cosiddetto] governo greco qualche problema di testa ce l’hanno senz’altro. Chiunque siano, anche i tre allogeni che si aggirano per Atene a batter cassa per conto del FMI non sono sani di mente, ma certamente mangiano in ottimi ristoranti. A spese nostre.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Crimini in tempo di pace, Politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...