Patrizia

“Patrizia!”, urla da lontano il pensionato alla portinaia che ramazza fogliame e cartacce davanti al portone, “se arriva la Sonia io sono andato a prendere il giornale!”. Patrizia muggisce senza entusiasmo: “Sì”. Patrizia da un pezzo non c’è più con la testa. È già in paradiso col suo Gualtiero, andato a militare quarant’anni prima e mai tornato. Una fatalità, un colpo partito accidentalmente da un commilitone maldestro: Gualtiero col gozzo sporgente e il naso lungo caduto sotto il fuoco amico in tempo di pace. Vero niente. Sto inventando. Patrizia ramazza fogliame e non ha mai conosciuto Gualtiero. Mi dirigo al bar, il piccolo ciccione romeno starà già rompendo i coglioni per strappare alla madre 600 calorie di brioche farcita di caramelle mou. Morning routine.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in In strada e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...