Mai dire artista

Mica ce l’ho per principio coi musicisti di strada. A Trieste ascoltai un fisarmonicista così originale – suonava un po’ come Richard Galliano – che gli diedi di cuore una moneta che avevo in tasca. Quelli che non sopporto sono i cani che salgono in tram con la fisarmonica e strimpellano Besame mucho sbagliando melodia, ritmo e accordi. O quelli che trascinano in metropolitana un trolley con l’attrezzatura da karaoke, pile, cd e amplificatore, e berciano nel microfono la Pausini aggiungendo un effetto-eco che sembrano in fondo a un pozzo. Già la Pausini mi fa tristezza in originale quasi quanto Elisa, ma i suoi imitatori di strada ci mettono un carico da undici di afflizione. Voglio esame e patentino per suonare in strada. Questo post è lucarelloide, ma sentito.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in In strada e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...