Archivi del mese: marzo 2012

Il matto che ricuciva la città

In metrò c’è un tale che parla da solo a voce alta; mi sfilo gli auricolari e sto ad ascoltarlo: se là fuori c’è qualcuno vivo, non posso perderlo. L’uomo, sui sessanta, faccia rubizza e il tono di voce cordiale … Continua a leggere

Pubblicato in In casa | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

La tua nuova baracca immersa nel verde

Osservo in metropolitana i manifesti pubblicitari di certe nuove case da 2.800 1.680 €/mq immerse nel verde, casermoni da incubo, poliedri informi, passatempi per bambini psicotici assemblati nel perimetro di un qualche parco naturale grazie alla benevolenza di enti locali … Continua a leggere

Pubblicato in Consumismo | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Il vecchio John che la sapeva lunga

Furore, dice Alessandro Robecchi, è universalmente considerato il migliore romanzo sulla Grande Depressione americana. Non l’ho mai letto, e vabbè, però vidi il film di John Ford che raccomando, perché descriveva nel 1939 ciò che più o meno attende parecchi … Continua a leggere

Pubblicato in Letteratura, Poesia | Contrassegnato , , , | 3 commenti

Perché escluderle?

Bersani a Monti: “Sotto la pelle del Paese ce n’è abbastanza da prendere a cazzotti politici e tecnici”. La Santanchè, Bersani, non dimentichi la Santanchè!

Pubblicato in Politica | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Il panfocaccia, donum dei

Il panfocaccia è un trip, termine arcaico che sta per “è una sostanza allucinogena estremamente soddisfacente”. Stasera lei è al corso di enologia, tornerà tardi. Resto a casa da solo, a tu per tu con il panfocaccia e m’impongo di … Continua a leggere

Pubblicato in In casa | Contrassegnato , | Lascia un commento

E se mangiassimo Mario Monti?

È pregna di bile, questa letterina-sfottò a Dagospia; esprime bene il nefasto mix di timore reverenziale e cannibalesco odio di classe che monta negli italiani alla vista del dottor Stranamore di Goldman Sachs, cioè di Mario Monti. Forse, se lo … Continua a leggere

Pubblicato in Politica | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Le cose che verranno

Prima i puttanieri, adesso i rapinatori. Chi manca? L’assassino.

Pubblicato in Politica | Contrassegnato , , | Lascia un commento