L’uomo di Colombo

Mario Monti è andato in America per tentare di persuadere gli americani a comprare un po’ del nostro debito in titoli di stato: “Credo di averli convinti”, ha detto al ritorno. E Furio Colombo, nel suo blog sul Fatto Quotidiano, ha dedicato all’evento l’editoriale Un giorno in America, che apre con toni da cinegiornale:

Quel giorno, 11 febbraio 2012, resterà certamente come il segno di un prima e di un dopo. Sappiamo qual’è il prima e sappiamo il senso di sollievo, addirittura ostentato, del presidente americano Obama. Arriva l’Italia e non è Berlusconi. È Monti.

Il Monti descritto da Colombo mi ha ricordato alla lontana l’indovino del film Miracolo a Milano, che in cambio di un po’ di adulazione chiede cento lire. E forse riesce anche a convincere il cliente (il primo senz’altro, il secondo non è chiaro, guardatevi lo spezzone dal film qua sotto).

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...