Una vita unica

In un bar del centro ho visto un uomo senza faccia: soltanto due buchi al posto di un naso scomparso, tagliato via, cancellato; gli zigomi collassati verso quel naso inesistente, la bocca rientrata nella profonda fessura innaturale che divide verticalmente il viso. Una faccia implosa, come colpita da un’accetta esattamente nel mezzo. Forse i postumi di un incidente, di quelli brutti ma brutti, dai quali esci vivo ma escluso; o forse una malattia devastante. Lo si sarebbe detto un mostro; per me, invece, una di quelle occasioni (perdute) di conoscere una vita ferocemente unica. Nonostante tutto, una vita che non vuole rinunciare al caffè della domenica.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...